Modifica lingua

7 mete per festeggiare Carnevale in Italia

Il Carnevale è una delle festività più celebrate nel nostro Paese, con origini che dal Medioevo risalgono fino all’epoca romana. Sembra infatti che la parola derivi dall’espressione latina carnem levare (eliminare la carne), a indicare l’ultimo banchetto di martedì grasso, prima dell’inizio della Quaresima.

Anche se quello di Venezia è il Carnevale più conosciuto al mondo, nel resto d’Italia abbondano le opportunità per passare questa festa in allegria. Ecco allora 7 mete in tutta la penisola dove celebrare la festa più colorata e allegra dell’anno.

Viareggio, Toscana

Un carro allegorico del Carnevale di Viareggio

Un carro allegorico del Carnevale di Viareggio

La cittadina balneare di Viareggio ospita dal 1873 il più grande e il più conosciuto Carnevale italiano dopo quello di Venezia. Le celebrazioni durano settimane, con imponenti carri di cartapesta - tra i più grandi al mondo - che rappresentano temi di attualità e che sfilano per le graziose strade in stile Liberty della città. I maestri costruttori viareggini si sfidano in una competizione durante la quale i carri accumulano punti per la migliore rappresentazione allegorica ispirata al tema dell’anno.

Dove soggiornare:
Per poter approfittare al massimo dei festeggiamenti, scegli l’Hotel Lisa, in posizione centrale e con ottime recensioni.

Ivrea, Piemonte

La battaglia delle arance a Ivrea

La battaglia delle arance a Ivrea

Se vuoi un Carnevale decisamente fuori dal comune, per te c’è Ivrea. Qui la gente del posto mette in scena un variopinto corteo storico ispirato a una rivolta popolare medievale, seguito dal momento più spettacolare del Carnevale di Ivrea. Si tratta della battaglia delle arance, dove il popolo (rappresentato dagli aranceri a piedi) lotta contro le armate del tiranno (ovvero gli aranceri sui carri). Da domenica a martedì Grasso le squadre a piedi, senza protezione alcuna, combattono contro gli aranceri sui carri, protetti da caschi di cuoio. Un consiglio: se non vuoi rischiare di essere colpito dalle arance, indossa il “berretto frigio” nei giorni e nelle zone di battaglia.

Dove soggiornare:
Situato poco fuori Ivrea, in campagna, l’Antico Casale è l’ideale per un po’ di meritato relax dopo le emozioni della battaglia delle arance.

Acireale, Sicilia

I carri allegorici del Carnevale di Acireale

I carri allegorici del Carnevale di Acireale

La cittadina barocca di Acireale ospita quello che è considerato il più bel Carnevale della Sicilia. La particolarità di questo Carnevale è la presenza di ben tre diversi tipi di carri: i carri in cartone romano, i carri in miniatura e i carri infiorati, che sono i protagonisti di una vera e propria festa separata chiamata Il Carnevale dei Fiori, di solito a fine aprile. Il programma del Carnevale di Acireale dura normalmente diverse settimane e si conclude con la premiazione dei carri più belli e un grande spettacolo di fuochi d’artificio.

Dove soggiornare:
Per non perderti nemmeno un momento dei festeggiamenti, soggiorna alla Residenza Cavour, in pieno centro storico.

Mamoiada, Sardegna

Uno dei Mamuthones del Carnevale di Mamoiada

Uno dei Mamuthones del Carnevale di Mamoiada

Il Carnevale di Mamoiada è una delle più antiche e più particolari celebrazioni folcloristiche d’Europa. In costume tradizionale, gli abitanti del paese si riversano nella piazza principale per ballare al suono dell’organetto, ma l’attrazione principale della festa sono i Mamuthones e gli Issohadores. I primi vestono pellicce scure, portano campanacci appesi alla schiena e hanno il viso coperto da una maschera nera dai tratti quasi grotteschi. Gli Issohadores invece indossano un corpetto rosso, una maschera bianca, un copricapo, pantaloni bianchi e uno scialle. Le maschere fanno la loro prima apparizione nella notte tra il 16 e il 17 gennaio quando si festeggia Sant'Antonio Abate, data che dà inizio al Carnevale Mamoiadino.

Dove soggiornare:
Approfitta di questa occasione per esplorare l’entroterra sardo e soggiorna al Jannas, un B&B di Orgosolo, a pochi km da Mamoiada.

Putignano, Puglia

Le variopinte celebrazioni del Carnevale di Putignano

Le variopinte celebrazioni del Carnevale di Putignano

Putignano ospita uno dei più antichi Carnevali d’Europa, giunto ormai alla sua 626° edizione. Si dice che tutto ebbe origine nel 1394, quando la costa pugliese fu presa d’assalto dai Saraceni e i Cavalieri di Malta, che governavano la zona, decisero di proteggere le reliquie di Santo Stefano trasferendole dall’Abbazia di Monopoli a Putignano. Secondo la leggenda, i contadini locali lasciarono il lavoro e si accodarono festanti al corteo, ballando, cantando e improvvisando versi satirici, dando vita alla Festa delle Propaggini, ovvero il giorno che segna l’inizio delle festività.

Dove soggiornare:
Se non hai mai soggiornato in un trullo, approfitta di questa occasione e scegli l’Abate Masseria & Resort.

Fano, Marche

Il Carnevale di Fano è il più dolce d’Italia

Il Carnevale di Fano è il più dolce d’Italia


A Fano il Carnevale si festeggia almeno dal 1347 nelle tre domeniche precedenti la Quaresima. A testimonianza dell’attaccamento della città a questa celebrazione, i festeggiamenti per il Carnevale furono dichiarati addirittura obbligatori nello statuto di Fano steso nel 1450 dalla famiglia Malatesta, che governava la città. Oggigiorno partecipare non è più obbligatorio, ma pochi vi rinunciano. Durante la tradizionale parata, che si conclude con il rogo del Pupo - la maschera simbolo di questo Carnevale - il momento più atteso è quello del Getto, il lancio di caramelle e cioccolatini dai carri allegorici.

Dove soggiornare:
Per rendere ancora più memorabile la tua permanenza nelle Marche, soggiorna in una villa storica di fine ‘800, il Castello Montegiove.

Madonna di Campiglio, Trentino Alto Adige

A Madonna di Campiglio trovi il Carnevale più romantico

A Madonna di Campiglio trovi il Carnevale più romantico

Il Carnevale di Madonna di Campiglio è noto con il nome di Carnevale Asburgico da quando l’imperatrice Sissi visitò questo paesino di montagna insieme al marito, Francesco Giuseppe, nel 1894. Da allora, Madonna di Campiglio celebra questa ricorrenza con un ricco programma fatto di balli in eleganti costumi storici, antiche carrozze, ussari e fiaccolate. Le celebrazioni culminano con un grande ballo con musica d’orchestra dal vivo nello stesso hotel che ospitò la coppia imperiale tanti anni fa.

Dove soggiornare:
Dotato di piscina e sauna, l’Ambiez Residencehotel è l’ideale per rilassarti dopo i festeggiamenti del Carnevale.