Modifica lingua

L’Italia in 5 cocktail

Sapori innovativi e storiche distillerie fanno dell’Italia il posto giusto per assaporare ottimi cocktail. Se vuoi provare il Negroni più autentico o sorseggiare mix inaspettati, abbiamo trovato le destinazioni giuste per il tuo viaggio alla scoperta dei cocktail più famosi.

Firenze per il Negroni

1 parte di gin, 1 di vermouth rosso e 1 di Campari per un risultato delizioso

1 parte di gin, 1 di vermouth rosso e 1 di Campari per un risultato delizioso

Dal caratteristico colore rosso rubino, il Negroni nasce a Firenze nel 1919, quando il Conte Camillo Negroni chiede al barista di preparare una versione più “carica” del suo cocktail preferito, aggiungendo un po’ di gin al posto del seltz. Il Conte apprezzò molto la nuova variante, che divenne ben presto uno dei cocktail più richiesti in tutta Italia. Viene preparato con 1 parte di gin, 1 di vermouth rosso e 1 di Campari, per un gusto secco e amarognolo che in un primo momento coglie di sorpresa, ma che diventa irresistibile sorso dopo sorso. Per gustarlo nel modo giusto, scegli il Rasputin, un “secret bar” che si trova nella zona dell'Oltrarno e che ti offrirà una lunga lista di cocktail, dai più tradizionali a quelli meno convenzionali, da scoprire in un’atmosfera misteriosa. Se invece cerchi un posto più luminoso e con una vista unica, fai un salto al bar con terrazza del Continentale, affacciato sul Ponte Vecchio.

Torino per il Bombardino

Ordina un cremoso bombardino per riscaldarti dopo una giornata sulle piste

Ordina un cremoso bombardino per riscaldarti dopo una giornata sulle piste

Viaggiatori da tutto il mondo hanno indicato Torino come la meta migliore per sciare in Italia. Se il tuo viaggio prevede una sosta sulla neve, non dimenticare di fare un salto in uno dei tanti bar accoglienti per riprendere la forze con un buon Bombardino, un cocktail cremoso, invitante e soprattutto ben caldo, che ti farà dimenticare il freddo delle piste. La ricette prevede 1 parte di brandy, 1 di advocaat o eggnog e il tocco finale della panna montata con una spolverata di cacao: difficile pensare a una bevanda migliore per rilassarsi alla finestra, mentre fuori continua a nevicare. Il Rifugio Mulino di Laval ha un bar ben fornito e offre l’accesso rapido alle piste di sci di fondo nei dintorni di Pragelato.

Venezia per il Bellini

Sorseggia un Bellini mentre ammiri il sole che nasce o cala sui famosi canali

Sorseggia un Bellini mentre ammiri il sole che nasce o cala sui famosi canali

Questo cocktail frizzante e al sapore di pesca nasce all’Harry’s Bar a Venezia come opzione stagionale, ma diventa ben presto molto famoso e una presenza fissa nei menù dei cocktail bar di tutto il mondo. La tradizionale ricetta italiana prevede della polpa di pesca schiacciata mescolata al prosecco. Ti consigliamo di provarlo proprio nella sua città natale per la versione più autentica, mentre ti godi la vista del sole che si riflette sulle scintillanti acque dei canali. Spesso i migliori cocktail bar si trovano negli hotel, come ad esempio il LondraBar presso l’Hotel Londra Palace, il Villa Laguna, il Bar Longhi al The Gritti Palace e la Terrazza Danieli, che è stata di recente immortalata in alcune scene del film di James Bond, Spectre.

Roma per il Gin Tonic

Il Gin Corner è il primo bar in Italia a servire solo cocktail a base di gin

Il Gin Corner è il primo bar in Italia a servire solo cocktail a base di gin

Il Gin Tonic è un classico cocktail inglese, ma negli ultimi anni è diventato sempre più popolare in altre parti del mondo, come ad esempio a Roma, dove “speakeasy” e gin bar stanno prendendo il sopravvento a Trastevere e al Pigneto e propogono interessanti varianti, come ad esempio alla lavanda e al lampone. The Gin Corner è stato il primo bar in Italia a scegliere di dedicarsi esclusivamente ai cocktail a base di gin, con una selezione a cura del famoso esperto Patrick Pistolesi. Il bar si trova all’interno dell’elegante Hotel Adriano ed è presto diventato un punto di ritrovo fisso per gli amanti del genere. Se invece preferisci un menù sempre nuovo, ti consigliamo il Co.So. Cocktail & Social.

Cortina per il Puccini

Per un brunch più particolare, ordina un Puccini al mandarino

Per un brunch più particolare, ordina un Puccini al mandarino

Tipicamente invernale, il Puccini è stato preparato per la prima volta da Renato Haussmann ed è ormai un grande classico per tutte le stagioni. La polpa di pesca del Bellini viene sostituita con il succo di mandarino per un retrogusto un po’ aspro che ben si sposa con il sapore dolce del prosecco. Cortina è il posto giusto per assaggiarlo, data la sua vicinanza alla parte occidentale della Valle Isarco, rinomata in tutto il mondo per la qualità dei suoi vini frizzanti. Così come il Bellini è il cocktail perfetto per il brunch, il Puccini è diventato un grande classico a fine pranzo. Quando inventò questa ottima bevanda, Haussmann lavorava al bar dell’Hotel De La Poste che ancora resta il posto giusto dove gustarlo nella sua versione più autentica.